Il fotografo per matrimoni ideale: ecco come scegliere quello giusto

Scegliere un fotografo di matrimoni non è mai semplice. Anzi, spesso è molto più complicato di quanto possa sembrare. Per prendere la decisione giusta infatti non bastano i consigli di amici e parenti, ma occorre prendere in considerazione numerosi fattori. Questo per evitare di affidare un servizio così importante come quello del matrimonio al professionista sbagliato.

Fotografo matrimoni: i consigli per sceglierlo

Per prima cosa è fondamentale conoscere il lavoro del fotografo, visionando tutti i suoi lavori. Guardando le gallerie online riuscirete a farvi un’idea del suo stile: per questo motivo il consiglio è di osservare con attenzione tutti i servizi completi, che vanno dai preparativi per arrivare alla torta. Dai singoli scatti infatti non è possibile capire l’approccio del professionista nelle diverse fasi del matrimonio. Sul portale del fotografo Matteo Braghetta, ad esempio, è possibile scoprire lo stile e il talento di questo professionista nell’immortalare i momenti più belli delle nozze.

Un altro consiglio utile è quello di incontrare il fotografo prima. Visitare il suo studio permetterà di instaurare un rapporto con lui e di creare una sorta di empatia che sarà molto utile il giorno del matrimonio. Per trovare il professionista giusto infatti non bastano delle belle foto, ma serve che il risultato sia il frutto di emozioni vissute sia dal fotografo che dagli sposi. Gli elementi da tenere in considerazione sono fiducia, capacità di mettervi a vostro agio di fronte all’obiettivo ed empatia.

Fotografo matrimoni: stile e tempo

Il servizio fotografico del matrimonio deve raccontare tutta la giornata di festa, dai preparativi sino al taglio della torta. Per poterlo fare è fondamentale che il fotografo riesca a seguire gli sposi sin dalla prima emozione, fino al gran finale. Avere tutto il giorno a disposizione un professionista è dunque un elemento in più da considerare.

Un altro dilemma riguarda lo stile. Sempre più sposi infatti scelgono un reportage per il loro matrimonio. Gli scatti in posa infatti rendono tutto poco spontaneo, emozionante e senza quella forma di romanzo che è strepitosa. Un professionista versatile permetterà di creare con le foto una sorta di racconto, cogliendo la spontaneità e realizzando scatti rubati, ma regalandovi anche qualche foto in posa. Un mix di stili che piace sempre di più alle coppie.

Fotografo matrimoni: il fotoalbum

La scelta delle foto da inserire nel proprio album è molto importante ed è un passaggio delicatissimo. Per questo è importante che ci sia una totale fiducia nei confronti del fotografo. Gli sposi dovranno affidarsi a lui e alla sua competenza per trovare le immagini migliori e legarle fra loro. Vanno poi considerati i tempi di consegna del servizio fotografico. Esserne a conoscenza nel momento della presa in carico del lavoro è importantissimo. Il tempo d’attesa per avere le foto infatti è legato anche alla bravura del professionista che per creare un prodotto di qualità dovrà lavorarle con attenzione.

Fotografo matrimoni: l’attrezzatura

In tanti si preoccupano dell’attrezzatura che avrà il fotografo per il matrimonio. In realtà si tratta di un elemento che non è fondamentale, ciò che conta sono il cuore e la sensibilità, tutto il resto è in secondo piano. Il grande fotografo Henri Cartier Bresson, ad esempio, diceva che “è un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi con il cuore, con la testa…”. Per comprendere se il fotografo scelto è quello giusto dunque sarà necessario lasciarsi guidare dalle sensazioni provate al primo incontro e dalle emozioni provocate dai suoi scatti. Una volta stabilito il giusto feeling la scelta sarà senza ombra di dubbio automatica.